America

Hawaii

“La più incantevole flotta di isole che abbia mai gettato l’ancora in un oceano”

Mark Twain le definì così, siamo alle Hawaii arcipelago di isole meravigliose di origine vulcanica situate sulla linea del Tropico del Cancro. 

Geograficamente fanno parte dell’Oceania e della Polinesia e comprendono oltre alle sette isole principali (Hawaii, Maui, Kauai, Molokai, Lanai, Nihua e Kahoolawe) molte isole minori, scogli quasi.

Tartarughe delle Hawaii
Tartarughe verdi delle hawaii
Ibisco rosa delle Hawaii
Ibisco rosa delle Hawaii

Le Hawaii  che formano l’Aloha State, il cinquantesimo stato degli Usa, sono un affascinante e curioso connubio di tradizione e innovazione, dalla  confusione delle discoteche e le feste sulla spiagge alle baie più azzurre , dalle cerimonie giapponesi del tè  alla quiete dei templi shintoisti.
Tanto mare, spiagge magnifiche,  una natura lussureggiante difficilmente eguagliabile e gente meravigliosa, tante isole, tutte differenti le une dalle altre e ricchissime di contrasti e di storia.

Il consiglio più giusto da dare è quello di fare Island Zapping , e visitare almeno le principali: la mia preferita è KAUAI , ma l’isola di OAHU con Honolulu  è inaspettata .

Big island ti si rivela come la più avventurosa ma Maui è natura allo stato puro anche se con qualche turista di troppo.

 

Crateri, Hawaii

 

OAHU- HONOLULU

Honolulu

La capitale dell’arcipelago, si trova nell’isola di Oahu  ed è un po’ la porta d’ingresso alle Hawaii. Grattacieli, turisti, la  spiaggia di Waikiki Honolulu divertente e bizzarra. Ma OAHU  è ancora tanto tanto di più;  un’isola che  a solo mezz’ora di macchina dalla capitale si trasforma , offre spiagge e scorci meravigliosi, ci fa  vivere l’emozione di Pearl Harbor, un toccante museo a cielo aperto che testimonia il terribile attacco giapponese agli Stati Uniti del 1941

E poi Waiamea Bay, Sunset Beach, la leggendaria North Shore, forse la spiaggia più famosa al mondo per il surf sulle sue onde giganti, fanno da cornice a un luogo davvero fantastico

BIG ISLAND, l’isola di Hawaii 

Big Island

L’isola di Hawaii, soprannominata Big Island è, la più grande ed è certamente la più indicata per chi cerca il  pepe nella vacanza hawaiana. Un territorio selvaggio, 5 vulcani tra i quali il Kilauea, uno dei più attivi al mondo, le cui eruzioni sono diventate una vera e propria attrazione. E’ divisa in 7 diverse regioni , diverse per natura e clima: le foreste tropicali di Hilo  quelle pietrificate di Puna, passando per le spiagge nere di Kau (luogo dove si trova anche l’unica spiaggia verde al mondo!) fino alle piantagioni di caffè di Kona dove, ogni anno ad ottobre, si tiene anche una famosissima gara di Iron-man.

Valle di Kalalau e della costa di Na Pali, isola di Kauai

KAUAI

Lo dico sempre che è uno dei miei posti del cuore.

E’piaciuta tanto anche al cinema americano che qui vi ha girato una serie innumerevole di film…

E’ un incanto, verdissima – il soprannome di “Isola Giardino” è perfetto. Qui, c’è tutto fiumi, cascate, giardini, un bellissimo canyon, il Waimea Canyon, un’emozione indimenticabile sorvolarlo in elicottero con l’apparizione di un improvviso arcobaleno.. che ricordi !

Kauai, veduta aerea

Le sue spiagge così diverse a seconda della posizione e della location , con le irraggiungibili o meglio raggiungibili solo in barca straordinarie spiagge della Napali Coast. Ed un’atmosfera  indimenticabile come la musica dell’hukulele …

Maui

Maui un’isola dolce  e un pò romantica, un’isola dalle tantissime spiagge, dicono 42 miglia di spiagge, “Maui no ka oi”, ovvero Maui è la più bella, come dicono orgogliosamente i locali.

Vicino a Lahaina, Maui - Hawaii
Vicino a Lahaina, Maui – Hawaii

Due grandi vulcani con una verde vallata nel mezzo, la seconda per dimensione nell’arcipelago e Road to Hana considerato l’itinerario costiero più bello e famoso di tutte le Hawaii. Un percorso di oltre 50 miglia che attraversa paesaggi fatti di scogliere a picco sul mare, cascate, laghi e foreste tropicali. 

Spiagge da sogno, natura selvaggia e incontaminata, ma anche strutture ricettive adeguate a tutte le esigenze.

E poi gli  amanti del surf e del windsurf, soprattutto, hanno incoronato Maui con  Hookipa Beach il top nel mondo  per questo sport.

Ed un po’ di storia nel finale ….

Fu proprio nelle Hawaii che, nel 1779, morì James Cook, il famoso navigatore britannico che le esplorò nel 1778, anno del Makahiki una festa indigena dedicata a Lono dio della fertilità, della pioggia e del tuono. Il capitano venne scambiato per quest’ultimo e gli indigeni riservarono a lui e il suo equipaggio un’accoglienza degna di un re.

Kailua Alba alle Hawaii

Cook ripartì quando il Makahiki era appena terminato. Sfortunatamente una tempesta abbatté l’albero della nave e gli inglesi furono costretti a rientrare per le riparazioni. Si accorsero subito che l’accoglienza fu completamente diversa: era cambiata la stagione ed era subentrata quella di Ku, il dio della guerra.

Gli indigeni si indispettirono e pensarono che la rottura dell’albero fosse una scusa, si sentirono presi in giro e si impadronirono di una nave. Cook allora fece prigioniero il re, ma nella battaglia che ne seguì rimase ucciso. 

Ancora oggi antropologi e studiosi stanno cercando di capire cosa sia realmente successo all’epoca, una storia ancora avvolta nel mistero.

 

FILM

Pearl Harbor

Lilo & Stitch

LIBRI

Il mito delle Hawaii, S. Moore

Da qui all’eternità, J.Jones

DA PROVARE: il POKE.  Era la pietanza tradizionale dei pescatori hawaiani, e oggi piace praticamente a tutti. Si tratta di una specie di tartare di tonno – marinato con vari condimenti come salsa di soia, olio di sesamo, cipolle verdi, alghe.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *