Europa,  Il Giro d'Italia

La magia dell’ “Enrosadira”

Un fenomeno unico al mondo, una magia di colori, una storia incantevole che parla di un re, di una meravigliosa fanciulla e di uno splendido giardino di rose.

Al tramonto e all’alba uno spettacolo incredibile prende forma, le montagne si accendono di un rosso intenso, le rocce diventano rosa e viola sino a scomparire con l’arrivo del buio e delle stelle che qui diventano migliaia.

Rosengarten

Enrosadira che in ladino significa letteralmente “diventare rosa” è quel fenomeno naturale grazie al quale le dolomiti che contengono un composto di carbonato di calcio e magnesio al tramonto e all’alba si tingono di colori meravigliosi.

Tutte le dolomiti sono soggette al fenomeno ma un posto speciale per ammirare questo singolare effetto cromatico si trova a cavallo tra le provincie di Trento e Bolzano precisamente parliamo del gruppo del Catinaccio.

Torri del Vajolet

Il Rosengarten, giardino delle rose in italiano, è un posto incredibile che riserva al visitatore uno spettacolo unico al mondo non solo per le rocce rosa ma anche per le sue bellezze naturali come le torri del Vajolet, sette guglie che si ergono al centro del gruppo.

Narra la leggenda che il re dei nani, Re Laurino, possedesse un meraviglioso giardino di rose proprio qui, sul Catinaccio, dove visse con la figlia Ladina fino a che un principe entrò di nascosto nel suo regno e la rapì ammaliato dalla sua bellezza.

Le Torri del Vaiolet

Re Laurino affranto dal dolore lanciò una maledizione sul giardino che l’aveva tradito svelando la posizione del suo regno, nessun umano avrebbe mai più potuto godere di tanta bellezza ne di notte ne di giorno ma, fortunatamente, si dimenticò dell’alba e del tramonto così le rose riappaiono in questi due momenti della giornata.

L’enrosadira  è particolarmente forte nei mesi estivi quando il cielo è più terso, il sole è più forte e il crepuscolo più lungo.

Uno spettacolo naturale veramente unico che pochi conoscono ma che non vi stancherà mai, vi rapirà ammirare il giardino delle rose di Re Laurino che, in autunno, quando anche i larici cambiano colore trasforma tutto in una favola da vivere nei fantastici ed ecologici resort che offre il territorio.

 

 

Photocredits: Wikipedia

 

 

Lascia un commento