Il Giro d'Italia

Le langhe e il Cuneese

Ah, le langhe.

Un paesaggio disegnato dalle dolci alture ricoperte di vigneti noto per la sua bellezza e per i suoi gusti inimitabili che in autunno diventa magia.

Un fazzoletto di terra che si stende da Cuneo ad Asti solcato dalla Strada Romantico, un itinerario di 11 tappe costellato da borghi medievali e antichi castelli, dove tradizione ed innovazione si incontrano.

Barolo

Quale posto migliore per un museo del vino se non Barolo?!

Wimu

ll Castello Falletti ospita il WiMu – Wine Museum, l’innovativo museo del vino nato dalla fantasia dell’architetto svizzero di François Confino. Una figura a cui il Piemonte deve anche l’allestimento del Museo Nazionale del Cinema a Torino nella Mole Antonelliana e nel 2011 il ri-allestimento del Museo Nazionale dell’Automobile.

Il  WIMU vuole essere un museo super innovativo, un percorso di visita poetico non un luogo dove si apprende come si fa il vino, ma un luogo che parli del rapporto tra noi  e “lui”. Un viaggio interattivo ed emozionale nella cultura e tradizione del vino, attraverso storia, arte, cinema, musica, letteratura e cucina.

Splendido, da non perdere … anche per chi è completamente astemio come me !

Nebbiolo

Cappella del Barolo

Nella zona del Nebbiolo troviamo a La Morra la deliziosa Cappella di SS. Madonna delle Grazie meglio conosciuta come Cappella del barolo, un edificio davvero bizzarro. Fu costruita nel 1914 come riparo per chi lavorava nei campi e nelle vigne in caso di temporali, non fu mai consacrata e per moltissimi  anni rimase in disuso, in balia del tempo e della sua rovina. Oggi è uno degli edifici più colorati delle Langhe grazie ai due artisti Sol LeWitt e David Tremlett che nel 1999 ne hanno curato il restauro.Caldo e sereno l”interno, coloratissimo, divertente e allegro ne fanno uno dei luoghi più fotografati della zona ma attenzione… non è così facile da raggiungere.

mmm, tartufo!

Poco più in la, Alba la “città dalle cento torri”, protagonista dei libri di Fenoglio e patria dell’ oro grigio delle langhe”: il tartufo.

Di questa zona che ha scritto anche una pagina importantissima della resistenza partigiana in Italia è originaria un’altra eccellenza piemontese come la Nocciola IGP una delle più rinomate al mondo!

Panorama
Panorama

Cuneese, una sorpresa

Ma oltre a queste terre incantate la provincia di Cuneo ospita anche la residenza Sabauda di Racconigi ed è attraversata da due importanti vie di pellegrinaggio medievale: il cammino di San Giacomo e la via Francigena.

Un sito unico si trova a Revello, vicino a Saluzzo paese che ospita un interessante rassegna d’arte, ed è l’Abbazia cistercense di Staffarda un concentrato di arte, storia e architettura troppe volte dimenticato.

Ricco di tradizioni folcloristiche e contaminazioni occitaniche il cuneese è una terra da scoprire che la rendono perfetta per una vacanza all’insegna della cultura e dell’enogastronomia.

Noi ci andiamo, voi volete venire ; ) ?!

 

Lascia un commento