Africa,  America,  Asia,  Australia,  Europa

Natale con i tuoi, Pasqua DOVE vuoi!

Una tappa per continente, una curiosità tra sacro e profano per scoprire come si festeggia la Pasqua attorno a noi!

EUROPA

Un mix di celebrazioni, religiosissime oppure pagane che evocano l’arrivo della primavera e la rinascita della natura.

In Finlandia ha una valenza pagana e si celebra il ritorno della primavera, ci si veste da streghe e si addobba la casa con rami di betulla. Alla domenica si accendono i “Kokko” enormi falò che proteggono gli uomini dai magici abitanti del bosco e dalle streghe. Una cosa simile succede anche in Svezia mentre in Danimarca si beve molta birra e tutto si tinge di giallo!

La solennità religiosa la ritroviamo in Spagna sopratutto in Andalusia dove i membri delle Confraternite vanno in processione per le strade della città durante la Semana Santa. Incontrerete i Nazarenos che, anche a mezzanotte, scalzi con il cilicio e armati di torce espiano i loro peccati accanto ai Costaleros, silenziosi uomini incappuciati, che trasportano carri raffiguranti le figure sacre a grandezza umana. Uno spettacolo realmente suggestivo.

ASIA

Sicuramente le Filippine, oltre ad essere dei veri paradisi terrestri, offrono dei capolavori di folklore e spiritualità.

La pasqua è molto sentita e la popolazione, molto devota, osserva giorni di digiuno e preghiera.

La Pampangaè il rito filippino più cruento e famoso al mondo, siamo a San Fernando. I partecipanti si auto flagellano e infine si crocifiggono per espiare i proprio peccati mentre le barche decorate trasportano in processione icone religiose.

Nell’isola di Marinduque vi accoglierà un festival meno conosciuto ma più vivace e colorto, ail  Festival di Morones. Gli abitanti si travestono da soldati romani e personaggi biblici rappresentando la storia di Longino, il soldato romano che trafisse il costato di Gesù .

AMERICA

Generalmente la Pasqua in America del Nord  si celebra, come da noi, in famiglia. Tutti conosciamo la tradizione dell'”Easter Bunny” o la corsa all’uovo di Washington D.C, quando ogni anno i bambini americani corrono sui prati della Casa Bianca.

Ma è in America del Sud che si trasforma in un’ importantissima festa ad esempio Pasqua è la celebrazione religiosa più importanti del Perù.  Introdotta dagli spagnoli, che come ben sappiamo sentono profondamente questa festa, è stata contaminata dalle culture locali facendo si che sacro e profano si fondessero.

Un interessante rito è quello di Cusco dove, il venerdì santo, in processione il Signore dei terremoti Taitacha Temblores  incontra Gesù Cristo e si organizzano banchetti con cibo tipico in tutta la città.

Ad Ayachuco il venerdì si spengono tutte le luci della città in segno di lutto e al loro posto vengono accese migliaia di candele che vengono portate da uomini e donne vestiti di nero in segno di rispetto, lungo le strade ricoperte di petali di rosa bianchi. Affascinante, vero?!

AFRICA

Nel continente nero grazie all’opera dei missionari la Pasqua è molto festeggiata ma, ad esempio, in Camerun sembra aver perso il suo significato religioso ed è diventata un occasione di festeggiamento.

Durante questa settimana si celebrano molti battesimi e comunioni ma sono i matrimoni quelli che vanno per la maggiore.

Le chiese vengono decorate da tessuti fatti a mano con farfalle e fiori, vengono intonati inni sacri al suono di tamburi delle tribù africane. Alla fine della messa i nativi si danno alle danze tradizionali mentre le comunità banchettano con pollo e riso bollito.

OCEANIA

Voliamo ora in Australia dove la Pasqua arriva in autunno e il coniglietto pasquale è stato bandito!

Per gli australiani, sempre molto attenti a preservare la loro fantastica isola, i conigli sono simbolo di devastazione infatti la loro introduzione da parte dei coloni all’epoca fu una vera piaga per l’ecosistema.

L’invasione dei conigli introdotti con la colonizzazione, è una vera e propria piaga per l’ambiente e il delicato ecosistema australiano. Per sensibilizzare la popolazione alla salvaguardia dell’ambiente e della fauna indigena, il coniglio pasquale è stato soppiantato dal Bilby, un mini marsupiale dal naso appuntito e le orecchie giganti. Comprando un Bilby di cioccolato donerete un’offerta per la protezione di questi animaletti australiani.

Dal 1991 l’Anti-Rabbit Research Foundation ha iniziato a sensibilizzare la popolazione con una campagna atta a rimpiazzare il coniglietto con il Bilby, una specie indigena, un mini marsupiale a rischio estinzione.

Comprando un Bilby di cioccolato donerete un’offerta per la protezione di questi animaletti!

 

BUONA PASQUA VIAGGIATORI!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *