Australia

THE GHAN

E’ uno dei mezzi di trasporto più straordinari al mondo, un  treno leggendario che da più di 80 anni taglia in due l’Australia attraversando alcuni tra i più incredibili paesaggi della nazione.

ll nome è un’abbreviazione del suo vecchio soprannome The Afghan Express, dalle carovane di cammellieri afghani, che a lato dei loro animali, faticosamente, percorrevano la stessa tratta prima dell’arrivo della ferrovia. 

La sua costruzione comincia nel 1878  e si conclude nel 1929 seguendo la strada del telegrafo che si riteneva fosse lo stesso itinerario che McDouall Stuart intraprese  per esplorare l’outback australiano nel lontano 1862.

Si può partire da Adelaide,  nel sud dell’ Australia, oppure Darwin, nel Top End. 

La  tratta completa dura 48 ore ma è possibile percorrerne anche solo una parte con partenza o arrivo ad Alice Springs .

Senza dubbio, però, il “viaggio” per antonomasia  è il GHAN EXPEDITION , 4 giorni e 3 notti  per  tagliare di netto l’Australia da nord a sud percorrendo 2979 km.

Incredibile no ?

I binari corrono attraversando una varietà di paesaggi incredibile, ogni volta che guarderete fuori dal finestrino sarà magicamente cambiato tutto. Dai rossi accesi del Red Center alla verde foresta tropicale del Top End.

Lungo il percorso si incontrano luoghi selvaggi e particolari dove è possibile anche fare delle escursioni molto speciali  …siete curiosi di conoscere quali ?!..

 

Katherine  ed  parco nazionale di Nitmiluk.

Una serie di 13 gole rocciose, scavate dal fiume Katherine. Qui vi aspetta una straordinaria escursione in barca , per ammirare non solo le pareti rocciose e le anse del fiume, ma anche delle incisioni rupestri aborigene, tra le più antiche del paese, e la fauna del territorio.

 

 

 

Alice Springs

Questa cittadina è il punto di partenza per la maggior parte delle gite nell’outback australiano. Situata nel cuore del  red centre, a 1500 km dalle principali città, è circondata da  immensi deserti. Qui, ben si mescolano cultura aborigena e coloniale europea in un mix unico al mondo. Vanta una vivace scena artistica e vi consigliamo di fermarvi per una spettacolare cena sotto le stelle nella Telegraph Station, l’antica stazione del telegrafo.

 

Coober Pedy

3.500 abitanti di 45 nazioni diverse,  in un’area desertica a circa 850 chilometri nord di Adelaide. Che dire, veramente qualcosa di unico che deve la sua fortuna a una pietra che tutti conosciamo: l’opale. Umanità diverse che in gran parte vivono nel sottosuolo perchè nelle case sotterranee la temperatura è costante tutto l’anno e vivere sulla superficie sarebbe molto più difficile per il clima afoso di giorno e rigido di notte.. Nell’underground della città si affollano case, aziende, chiese e persino hotel .

 

 

Un viaggio epico sulle orme dei grandi esploratori australiani ma, con la formula del tutto compreso e comodamente sistemati in confortanti  e comodi vagoni : ) . 

E poi, il treno, nel viaggiare,sempre ci fa sognare.

(Antonio Machado)

 

 

Immergiti nell’outback australiano

LIBRI:

Le vie dei Canti, Chatwin

E venne chiamata due cuori, Marlo Morgan

Barriera per Conigli, Pilkington

In un Paese bruciato dal sole, Bryson

FILM

La generazione rubata

Australia

Mr. Crocodile Dundee

Pick Nick ad Hanging rock

 

Lascia un commento